CATANZARO: ARRIVA LA I EDIZIONE DI “COSO”, LE GIORNATE DELLA COESIONE SOCIALE

Venerdì 7 giugno ci sarà a Catanzaro presso il Complesso monumentale del San Giovanni la prima edizione di COSO, il primo evento dedicato alla coesione sociale in Calabria.

Un’opportunità per esplorare un nuovo modo di approcciarsi allo sviluppo delle comunità, ponendo al centro le relazioni e le persone. Per mostrare che nelle comunità non ci sono solo due protagonisti – le istituzioni che intervengono e il non profit che assiste – ma c’è anche un altro attore altrettanto importante: le comunità con i propri problemi, bisogni e desideri.

120 partecipanti, 3 plenarie, 3 panel, 23 relatori, 21 partner. Un format unico che racchiude partecipazione, consapevolezza, idee, confronto, crescita, esperienze attive di comunità. I temi di questa prima edizione sono la rigenerazione territoriale e lo sviluppo di comunità, quali strumenti di coesione sociale.

Sia le plenarie che i panel partono da esperienze che i relatori, professionisti del settore non profit, delle istituzioni, docenti universitari affrontano ogni giorno nel loro lavoro, condividono per discutere insieme come migliorare le comunità dei nostri territori.

I 3 panel corrispondono a 3 temi di discussione: PN Metro città medie Sud 2021-2027 con riferimento ai comuni di Catanzaro, Crotone, Lamezia Terme, Corigliano-Rossano, Castrovillari. lo sviluppo di quartiere attraverso le biblioteche di comunità; la partecipazione e sviluppo delle comunità locali. Presenti gli esperti nazionali Ledo Prato di Rete delle Culture, Antonella Agnoli, progettista culturale e Andrea Volterrani, esperto sul Terzo settore e sullo sviluppo sociale di comunità. In ogni panel c’è un facilitatore che stimola e gestisce la discussione.

Nelle plenarie le studentesse dell’IIS “E. Fermi” di Catanzaro discutono della coesione sociale con Giuseppe Manzo di Legacoopsociali e Carlo Andorlini del comitato promotore nazionale della Biennale della Prossimità. Felicia Maria Gemelli di Legacoopsociali modera il racconto di cinque esperienze di comunità diverse, ma con l’obiettivo comune di costruire comunità per lo sviluppo sociale dei propri territori: VRICA comunità di Santa Maria avviata dai cittadini del quartiere di Santa Maria di Catanzaro, il Festival del Lamento dell’associazione DEDA APS, Trame Festival, La Rivoluzione delle Seppie e Officine Gomitoli della cooperativa sociale Dedalus di Napoli. Nell’ultima plenaria si restituiscono i lavori dei 3 panel. Conclude la giornata Eleonora Vanni, presidente di Legacoopsociali.

COSO è promosso dalla cooperativa sociale Kyosei in collaborazione con Legacoopsociali e Legacoop Calabria e con il contributo del Comune di Catanzaro, di Coopfond, della BCC Calabria Ulteriore e della Società di mutuo soccorso Cesare Pozzo.

Rientra tra gli eventi di avvicinamento in Calabria verso la quinta edizione della Biennale della Prossimità.

Leggi il programma qui

Leggi gli speaker qui

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su print